Telefono

+39 339 742 9160

Email

info@artetoiles.it

Il Metodo Pilates – La Nascita

(di Fabiana Fusaro)
10 Agosto 2023

Tutti i metodi di movimento si propongono di procurare il migliore equilibrio psicofisico possibile all’’individuo, partendo dalle reali condizioni in cui lo stesso si trova.

Nascita metodo Pilates

È bene precisare, dunque, che l’’oggetto di attenzione e di studio di ogni metodo è sempre rappresentato dalla persona nella sua interezza, senza invasioni di campo per quanto riguarda eventuali patologie.

Queste, oggetto di diagnosi e terapie mediche, vengono prese in considerazione indirettamente, al solo scopo di stabilire gli ambiti delle capacità motorie del soggetto e i limiti delle stesse.

Quello che interessa sono gli impedimenti che possono essere legati a fattori fisici, psichici o a cattive abitudini motorie.

Joseph Pilates (1880-1967) nato vicino a Dusseldorf, in Germania, è considerato il padre del metodo, da lui stesso denominato Contrology (control+logic – in riferimento al controllo della mente sul movimento) ed è attualmente il più diffuso al mondo fra tutti quelli che hanno per oggetto il movimento.

corso pilates ART ETOILES

Mentre la denominazione Pilates è univoca, le differenze di modalità applicativa sono tante addirittura fra scuole di una stessa città.
Come mai? E qual è, fra i tanti metodi Pilates, quello autentico?

Joseph Pilates si appassionò da ragazzo all’’anatomia, entrò in contatto con studiosi di esercitazioni fisiche e acquisì le conoscenze di base per condurre in proprio ricerche sul movimento, integrate dallo studio dello Yoga.
Si allenò come boxeur recandosi in Inghilterra ed entrò a lavorare in un circo.

Si trovava in Inghilterra quando la stessa entrò in guerra contro Germania e Austria e lui finì nel campo di Lancaster.
Fu qui che assieme ad altri connazionali apprese le tecniche di base del wrestling e mise a punto i primissimi esercizi fisici del suo metodo, provandoli sugli altri internati.
Si adoperò come infermiere a favore di persone traumatizzate o con problemi di deambulazione ed escogitò originali esercizi di riabilitazione che produssero risultati significativi.

Finita la guerra tornò in Germania dove fu chiamato ad addestrare la polizia militare di Amburgo.
Nel suo modo di insegnare emerse presto l’’impostazione globale che diventerà presto la caratteristica fondamentale del suo metodo: egli metteva al centro la persona, per renderla consapevole di sé stessa, dei propri limiti e possibilità, secondo una visione tipica delle culture orientali.


Due principi erano il cardine del suo lavoro:

  1. l’’importanza della respirazione, in linea con la filosofia e con le tecniche yoga
  2. il rapporto integrato corpo-mente ossia l’individuo deve avere il permanente controllo sui movimenti e sui muscoli coinvolti e sulle modalità, le direzioni, le finalità dei movimenti.

joseph pilates

La svolta della sua esistenza è datata 1926, anno in cui lasciò l’’Europa per trasferirsi negli Stati Uniti, dove assieme a sua moglie aprì un locale che era a metà tra una palestra e una scuola. Per puro caso nello stesso stabile si situava la scuola di danza del New York City Ballet. Fu una coincidenza fortunata, perché lo proiettò immediatamente nel circuito dei ballerini e degli artisti di teatro.
Molti suoi allievi furono proprio danzatori, anche famosi, come ad esempio Martha Graham, infortunati o in calo di forma.

La soluzione positiva di vari casi lanciò il suo metodo, specialmente negli ambienti artistico-sportivi.

Nel corso dei decenni, Pilates ebbe modo di sperimentare approfonditamente la sua tecnica e di apportarvi tutti gli aggiustamenti necessari, ma non pensò mai di brevettare un metodo a suo nome, probabilmente perché più che una mentalità commerciale e imprenditoriale, egli aveva la forma mentis del filosofo. Morì all’’età di ottantasette anni.

Le sue teorie restano affidate all’’opera da lui scritta nel 1945 “Return lo Life through Contrology tradotto in: Ritorno alla vita attraverso il controllo della mente sul movimento.

corso pilates ART ETOILES

Con la sua scomparsa, si ritrovarono a continuarne l’’insegnamento la moglie e alcuni allievi, compresi gli ex danzatori guariti da traumi grazie alla sua metodologia riabilitativa. In assenza di un rigido protocollo da parte di Joseph Pilates, svilupparono liberamente le teorie del Maestro applicandole a tanti casi particolari.

Ȓ stata proprio questa flessibilità del metodo a decretarne il successo mondiale per via della multiforme utilizzazione.

Oggi, a distanza di quasi 50 anni dalla sua morte, ci sono migliaia di trainer e di liberi sviluppatori dei suoi insegnamenti in tutto il mondo.


I Corsi di Pilates ART ETOILES
leggi di più…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *